Materiali

Materiali (18)

Immagini, volantini, appelli, etc...

Ogni tanto pubblichiamo articoli interessanti sul comportamento degli animali. Questa volta, stendendo un gigantesco velo pietoso sull'etica di alcuni metodi sperimentali, vi suggeriamo una delle tante notizie piuttosto efficaci per far scendere gli umani dal piedistallo su cui si sono posizionati e sul quale perdono tempo a raccontarsi balle, non mancando di sottolineare come l'influenza di una cultura specista e patriarcale come la nostra, sia radicata nelle abitudini. 
Nella fattispecie, l'autore di questo articolo, volendo spiegare con un esempio l'intelligenza immaginativa degli umani, evoca la caccia agli animali.
Ciò significa che da un lato ci racconta di come gli animali forse (un "forse" ormai poco dubitativo) ci somigliano, quasi come fratelli biologici, rendendo quindi la loro uccisione per vezzi vari una forma di fratricidio, e dall'altra evoca tanto (per cambiare!!) il telefilm sul maschio dominante, organizzato in gruppi, che tanto furbamente compie quotidiane stragi di animali enormi: per nutrirsene ovviamente.
Da un lato dunque il suggerimento della fratellanza, dall'altro l'abituale, ridondante, ripetitiva nenia della caccia quale rituale necessario fin dall'antichità per sopravvivere: cioè, il fratricidio messo in atto da un tempo così lontano, assume quella patina di necessità inviolabile, di naturalità.
Tutti tranquilli quindi. Uccidere un animale forse è un fratricidio, ma è normale così! Lo testimonia la caccia al mammuth! 
E si ricomincia daccapo, il cortocircuito dell'assurdo è servito. Tutto e solo perché la caccia è mitizzata nel culto del maschio dominante e lo specismo regna sovrano. 
 
Volendo riconoscere un valore alla nostra umana intelligenza immaginativa, raccontiamo come questa sia stata datata in seguito al ritrovamento di una sacca molto antica di acqua che dei nomadi avevano nascosto nel terreno prima di partire, immaginando, di dover fare ritorno nel luogo del sotterramento. Questa sì che è una immagine valida e romantica di come l'umano - già anticamente - immaginava se stesso all'interno di un futuro probabile.
 
Per fortuna siamo appunto dotati di intelligenza e immaginazione: davvero solo così, possiamo continuare a sperare in un futuro dove uno scrivente che debba usare esempi, non si appelli più sempre e solo a icone machiste e metafore speciste di improbabile consistenza logica, storica, ed etica.
 
Buona lettura e commenti.

La redazione di Anet 

 

Articolo: La nuova frontiera dell'intelligenza animale



  
Giovedì, 28 Febbraio 2013 16:11

The gay animal - video

Scritto da

The Gay Animal


Video (sottotitolato in italiano a cura di Femminismo a Sud)

http://vimeo.com/59645069
Femminismo e animalismo: un'intervista ad Agnese Pignataro

da: Frequenze di Genere, puntata del 15 dicembre (Radio Città Fujiko)

Ascolta l'intervista

frequenze di genere
Video di Clara.

Di fronte ai processi di emancipazione femminile e di maggior apertura verso i diritti e le libertà civili della comunità LGBT, il clero cattolico si è dedicato negli ultimi anni a difendere strenuamente i valori tradizionali della cultura patriarcale, alimentando così il sessismo e l'odio di genere nella mentalità dei vari popoli del mondo di credo cattolico.

god save the queer

Antispecismo e antisessismo - interviste


Servizio di TGamicianimali sull'incontro antispecista del 16 novembre organizzato da Oltre la Specie ad Ivrea, con interviste ad Annalisa Zabonati e Barbara X sulla connessione fra antispecismo e antisessismo.
(dal minuto 6.45 circa).

Il Podcast della conferenza lo trovate invece qui

Lunedì, 08 Ottobre 2012 19:25

Steve Best in Italia

Scritto da
Steve Best, docente di filosofia a El Paso -Texas, attivista animalista e autore di numerosi libri e articoli sull'antispecismo e l'attivismo liberazionista propone una lettura delle lotte di liberazione animale come la formulazione contemporanea delle battaglie per l'abolizionismodella schiavitù del XIX secolo, presentando le lotte di liberazione animale come il nuovo abolizionismo. Nel settembre di quest'anno è tornato in Italia e ha tenuto alcune conferenze. Proponiamo qui i video dei due eventi realizzati a Roma, uno al Rewild Cruelty-free Club di Roma il 4 settembre



e l'altro alla Sapienza il 5



Facciamo eco a questo opuscolo di www.vegfacile.info, utile per agire localmente e personalmente in favore della scelta vegan.


La ristorazione scolastica è spesso un problema per i genitori che hanno scelto di crescere i propri figli con un’alimentazione vegana, perché nelle mense di norma vengono messi in menù carne, pesce, latticini e uova in tutti i pasti. Si rende dunque necessario richiedere un menù completo che sia privo di ingredienti animali.
A volte le richieste vengono rifiutate, adducendo motivazioni più o meno fantasiose: a questo punto come fare per ottenere ciò che riteniamo essere il meglio per i nostri figli?


SCARICA L'OPUSCOLO http://www.vegfacile.info/download/opuscolo-mense-vegan.pdf
Martedì, 25 Settembre 2012 14:42

La mia vita intensiva - video

Scritto da

"This Is My Life" La mia vita intensiva. - Allevamento bovini da carne.

Video su un allevamento bovino "a norma di legge".

Fonte: Etica Forum

"Questo progetto di Etica Forumsi pone come obiettivo l’indurre alla riflessione, partendo da immagini e parole sull’allevamento intensivo, anche di piccole dimensioni, anche laddove sono più che rispettati gli standard qualitativi europei sulla detenzione di animali d’allevamento.
Quindi nei filmati che proporremo non ci saranno immagini cruente, non ci saranno video sui macelli,  e quindi non si rifletterà tanto sulla morte degli animali d’allevamento ma bensì sulla vita, sull’assenza delle piccole e grandi cose che dovrebbero essere scontate e mai negate, ad ogni essere senziente del pianeta. Questo è un progetto che volutamente vuole mettere da parte la sensibilità data dalle immagini forti, quindi l’orrore istintivo dato da visioni stomachevoli, e vuole aiutare a crescere e conoscere la nostra sensibilità interiore che tutti abbiamo, per capire se tutto ciò, per quanto possa essere “socialmente accettabile” secondo la nostra società e secondo le nostre abitudini, sia realmente giusto e necessario."

(continua su Etica Forum)
Riproponiamo qui un video curato da Enpa Brescia.

Il tema illustrato è quello del nesso fra violenza sulle donne e consumo di carne, fra lo sfruttamento degli animali non umani ed il carattere patriarcale delle nostre società, sulla scorta - in particolare - dell'opera di Carol J. Adams.

Giovedì, 13 Settembre 2012 14:34

Ecofemminismo su "Dep"

Scritto da
"Dep" nr. 20 dedicato all'Ecofemminismo


Il numero 20 del luglio 2012 della Rivista Dep - Deportate, Esuli e Profughe è dedicato all'ecofemminismo (http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=137950). L'intero numero è liberamente scaricabile http://www.unive.it/media/allegato/dep/n20-2012/Dep_20_2012c.pdf.

I contributi presentati in questo numero monografico di Dep illustrano lo stato dell'arte della riflessione ecofemminista, che volge uno sguardo d'insieme alle varie forme di dominio e oppressione. Nei vari scritti si propone una rilettura dell'ideologia patriarcale che da millenni si alimenta dello sfruttamento delle donne e della Natura, in tutte le sue forme. Un'attenzione specifica è data ai modi di esprimere non solo il dissenso e la ribellione delle donne alla loro condizione, ma anche alle strategie che sono attuate per rispondere in modo politico alle esigenze di riformulazione delle relazioni tra gli umani, gli altro-da-umani e la natura.

L'obiettivo qui proposto è di fornire una serie di stimoli alla riflessione e alla riconsiderazione di un pensiero teorico, quello ecofemminista appunto, che è una delle possibili declinazioni del femminismo che accoglie l'ecologismo, ma anche di una necessaria presa di posizione delle attuali condizioni in cui tutti gli abitanti della terra purtroppo versano.


Due articoli focalizzano la questione delle connessioni del dominio sulle donne e agli altro-da-umani
Greta Gaard, Feminist Animal Studies in the U.S.: Bodies Matter (http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=138551)
Annalisa Zabonati, Ecofemminismo e questione animale: una introduzione e una rassegna (http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=139007)

Per Dep sono in preparazione un'antologia di testi sull'ecofemminismo, con una sezione dedicata agli altro-da-umani, un numero Dep interamente dedicato agli altro-da-umani e un'antologia delle precursore dell'ecofemminismo animalista/femminismo veg*ano.


Pagina 1 di 2

Informazioni aggiuntive