da: anguane.noblogs.org
Il Convegno si propone di aprire una riflessione presso l’Università degli Studi di Padova per l’istituzione di un servizio che possa aprire l’Ateneo verso le esigenze degli studenti transgender. Da un’analisi più ampia sul transessualismo nella società italiana, sugli aspetti legali e sugli aspetti psicologici dell’iter di transizione di genere, si passerà all’esperienza personale, di altri Atenei, e delle associazioni che operano nel territorio, per delineare le richieste e le soluzioni che possono essere adottate e quali presupposti siano auspicabili per costruire un’Università più aperta e consapevole verso le differenze.

- PROGRAMMA -

APERTURA E SALUTI
Introduce: Luca Mistrello, presidente di Antéros LGBTI Padova

Guido Scutari, Prorettore per il diritto allo studio e la Condizione Studentesca, Università di Padova

Saveria Chemotti, delegata del Rettore per la cultura e gli studi di genere e coordinatrice del Forum di Ateneo per le politiche e gli studi di genere, Università di Padova

Alisa Del Re, direttora del Centro Interdipartimentale di Ricerca: Studi sulle Politiche di Genere, Università di Padova

RELAZIONI

Presiede: Davide Susanetti, dipartimento di studi linguistici e letterari, Università di Padova

Cenni storici e antropologici sul transessualismo, significati culturali della legge italiana e del DSM4.
Giovanni Battista Novello Paglianti, antropologo

Il “doppio libretto” e il diritto italiano.
Francesco Bilotta, giurista, Università di Udine, Rete Lenford

Il percorso psicologico, ruoli e figure dell’iter di transizione.
Annalisa Zabonati, psicologa, collaboratrice dello sportello d’accoglienza SAT di Verona

Il Servizio Accoglienza Trans di Verona: esperienza, considerazioni, dati, affluenze e statistiche.
Daniela Pompili e Manuela Signorini, operatrici dello sportello d’accoglienza SAT di Verona

Esperienza del “doppio libretto” con l’Università e con il Politecnico di Torino
Christian Ballarin, responsabile del Consultorio S.P.O.T. del Circolo Maurice di Torino

Testimonianza personale sulla realtà sociale padovana e negli studi all’Università del West England
Giovanni Papalia, studente FtM

Il MIT a Bologna, storia ed esperienza di buone pratiche.
Porpora Marcasciano, presidente del Movimento Identità Transessuale

INTERVENTI E DIBATTITO

*****locandina2401
SEDE
Padova – Palazzo del Bo, Aula Ippolito Nievo
24 Gennaio 2013 – ore 15.00

PER INFORMAZIONI
Luca Mistrello (393 9087979)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.anterospadova.it


Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
 
SETTIMANA MONDIALE DI MOBILITAZIONE PER L'ABOLIZIONE DI ALLEVAMENTI E MACELLI - GENNAIO 2013
 
Chiediamo a tutti i singoli e gruppi di segnalare il prima possibile gli eventi organizzati nella propria città (anche se date e altri dettagli non sono definitivi) compilando questa form
 
******
 Settimana Mondiale per l’Abolizione della Carne:19-27 gennaio 2013

Elenco iniziative previste (in continuo aggiornamento)
 
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Assemblea dibattito

venerdì 7 dicembre presso il Circolo Libertario S'Arxa, in via S. Giacomo 38, dalle 18.00 in poi.

Il Collettivo antispecista OcheBarrose nasce a Cagliari a fine ottobre del 2012.

Siamo attiviste di tutte le età e con diverse esperienze alle spalle, accomunate dall'antispecismo, l'antifascismo, l'antirazzismo e l'antisessismo.

Primo atto del collettivo è stato un comunicato che è stato fatto girare in rete, sopratutto a livello locale, in cui si denunciava il tentativo di infiltrazione nel movimento di liberazione animale e umana di razzisti e fascisti di ogni risma.
Questa vergogna esiste da tempo a livello nazionale ma nella nostra città è di pochi mesi fa: da quando un gruppo di individui noti per dichiarazioni di stampo xenofobo, comincia a partecipare e addirittura organizzare eventi “animalisti”. A costoro si uniscono presto, in manifestazioni di piazza, anche noti fascisti locali che pensano evidentemente di usare questo movimento come un ariete e prendersi uno spazio e un'agibilità che non hanno mai avuto e che non hanno e non devono avere in nessun campo.
Tutto questo nel silenzio durato mesi di altre realtà che si definiscono antispeciste.
Non potevamo più star zitte e stare a guardare!

Il collettivo OcheBarrose intende rivalutare la pratica antispecista nel suo senso pieno che non può essere altro che contro lo sfruttamento e l'oppressione di tutti gli esseri senzienti , e quindi, conseguentemente, contro ogni forma di razzismo e di discriminazione basati sulla specie, l'etnia, il genere o l'orientamento sessuale, e contro il fascismo e l'autoritarismo che tutte queste pratiche aberranti raccolgono in sé.

Sono noti a tutt* gli/le attivist* i fatti di Correzzana, quando, durante la manifestazione contro Harlan, un gruppo di compagn* ha cercato di allontanare un gruppo di fascisti, per essere poi bollat* come persone che “vogliono distruggere il movimento” quando quello che cercavano di fare era esattamente il contrario: proteggerlo.
Noi siamo assolutamente in sintonia con quest* compagn*che hanno la nostra piena solidarietà.
Se fossimo state là avremmo fatto la stessa identica cosa.

Come “OcheBarrose” abbiamo diverse proposte da fare, la prima è quella di un coordinamento nazionale di antispecist* antifascist* per darci solidarietà reciproca, scambiarci informazioni e condividere eventi che rientrino in questa concezione dell'antispecismo che, per noi, è l'unica che ne esprima il vero e profondo senso.
Abbiamo in cantiere anche altre proposte a livello locale che vorremmo discutere con chi ha questo nostra stessa esigenza.
Per questo il Collettivo OcheBarrose si rivolge alle/gli attivist* che si sentano in sintonia con questo pensiero e propongono di incontrarsi per discutere di antispecismo e antifascismo in un'

ASSEMBLEA DIBATTITO

venerdì 7 dicembre presso il Circolo Libertario S'Arxa, in via S. Giacomo 38, dalle 18.00 in poi.

Seguirà un sostanzioso aperitivo vegano benefit a offerta libera.

Razzisti e fascisti dichiarati o meno, ma che lo siano per esternazioni e pratiche, non sono, ovviamente graditi.

Evento Facebook: http://www.facebook.com/events/480724991969782/

Collettivo OcheBarrose
per info e contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi

Il Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud presenta


VENERDI' 7 DICEMBRE a  PISA
c/o aula magna dell'Università di Scienze Politiche via serafini 3
alle ore 20 apericena a seguire il dibattito

SABATO 8 DICEMBRE a LIVORNO
c/o il Teatro Officina Refugio scali del refugio 8
alle ore 18 dibattito a seguire apericena

Video di presentazione delle serate


TSO di Magda Cervesato ed. sensibili alle foglie
Un esperienza in reparto di psichiatria

"L'inganno maggiore di questo sistema sta nel credere che un TSO duri in fondo solo sette giorni, o quattordici nel caso peggiore; e nel pensare che, sì, in effetti è un sequestro di persona legalizzato.la verità è che il Trattamento Sanitario Obbligatorio implica una coatta presa in carico della persona da parte dei Servizi di salute mentale del territorio che può durare per decenni. Una volta entrato in questo meccanismo infernale, una volta bollato con l'infamia della malattia mentale, il paziente vi rimane invischiato a vita, costretto a continue visite psichiatriche e soprattutto, a trattamenti con farmaci che lo rendono un manicomio ambulante".


LA CONTESSINA
Socioanalisi narrativa nella comunità terapeutica riabilitativa psichiatrica
di Bastia Umbra a cura di Nicola Valentino ed. sensibili alle foglie
Questo libro presenta una sintesi dei materiali della ricerca socioanalitica svolta nella comunità terapeutico riabilitativa psichiatrica di Bastia Umbra. I cambiamenti che il cantiere, partecipato da operatori e da residenti, ha sollecitato in quella struttura avviano un percorso di autoriflessione e di trasformazione della residenzialità psichiatrica, che per svilupparsi appieno ha anche bisogno di uscire dalla situazione, di farsi pubblico e sociale, per entrare in relazione con altre esperienze che operano con spirito innovativo. Il lavoro collettivo, svolto per togliere dalla loro "naturalità" alcuni dispositivi della vita di comunità, ha fatto emergere delle tensioni conflittuali significative che sono anche fonte di insofferenza, delle quali tener conto e con le quali lavorare, per immaginare percorsi istituenti e dispositivi curativi liberi dal controllo.

In entrambe le giornate saranno presenti gli autori.

PER INFO:
Collettivo Antipsichiatrico Antonin Artaud
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.artaudpisa.noblogs.org
335 7002669

Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Lunedì, 12 Novembre 2012 08:46

21/11 Monza: io mi sento la coda... e quindi?

Monza, mercoledì 21 novembre dalle ore 19.30
c/o "La Pentola Vegana", via Lecco 18, Monza

cena e dibattito

"Io mi sento la coda... e quindi?"
a cura di Oltre la Specie

Disponibile per l'occasione piatto unico completo a 6 euro

GRADITA PRENOTAZIONE!

Info e prenotazioni: 039-490403
348-2603861

Dettagli nella locandina

Facebook: http://www.facebook.com/events/170790373059584/
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi

Dalla scoperta di sè alla transizione

il percorso medico/psicologico per le persone transessuali e transgender

Il 18 ottobre 2012 si terrà a Verona un convegno aperto a tutt* sul percorso di transizione. Il convegno è organizzato da:

Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità - sezioni di Farmacologia e Medicina Legale

Dipartimento di Scienze Giuridiche - Università di Verona

Servizio Accoglienza Trans (SAT-PINK) Verona

per ulteriori dettagli

http://www.circolopink.it/convegno-trans-18-ottobre-012.htm



Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
© 2016 Antispecismo.Net. All Rights Reserved. Designed By WarpTheme

Please publish modules in offcanvas position.