Il 24 maggio 2014 si terrà a Verona l’incontro di LiberAzione Gener-ale 2, promosso dal Collettivo Anguane, dal Circolo Pink, dal SAT-Pink, da Intersexioni, da Liberazioni – Rivista di Critica Antispecista, Anet.

Per svolgere la giornata in modo collettivo e trasversale proponiamo una Call for Papers che ha lo scopo di raccogliere le idee, le proposte, le bibliografie, i testi utili per la condivisione e la discussione nella giornata di LiberAzione Gener-ale 2. Questo per favorire le attività che si svolgeranno nei gruppi di lavoro e nelle plenarie previste, auspicando la redazione di progetti comuni di lotta, riflessione e diffusione.

Il testo della convocazione è indicato di seguito e potete scaricare il pdf in calce.

Buon lavoro a tutt*!

 

LiberAzione Gener-ale 2
Giornata di studio e di lotta
Il sessismo nelle sue declinazioni
contro le donne, gli/le lgbtqi, gli/le altro-da-umani
 ___________________
Different tendencies of sexism
against women, lgbtqi, other-than-humans

Il Collettivo Anguane, Anet, Circolo Pink, SAT – Sportello Accoglienza Trans, Liberazioni-Rivista di Critica Antispecista, OLS – Oltre La Specie, il Collettivo Intersexioni propongono la 2^ edizione di “LiberAzione Gener-ale”, giornata di studio e di lotta, che si svolgerà sabato 24 maggio 2014 a Verona. Il tema di questa giornata sarà il sessismo nelle varie coniugazioni che assume. Le prassi e le riflessioni che contraddistinguono i gruppi che organizzano l’evento si basano sui paradigmi dell’intersezionalità delle oppressioni e sulle connessioni tra le lotte. In quest’ottica proponiamo un confronto aperto e collettivo che produca un sapere condiviso e che getti le basi di azioni politiche in grado di contrastare le insidie del patriarcato capitalista eteronormativo e specista.

 *****

Il sessismo è l’insieme dei pregiudizi e delle credenze che attribuiscono caratteristiche innate in base al genere e/o al sesso. Questi tratti “naturalizzati” si basano sul principio della gerarchizzazione delle relazioni e sulla costruzione sociale, economica, psicologica, politica, storica di valori e norme che contraddistinguono i vari gruppi umani. Questi pregiudizi collettivi sono trasmessi e interiorizzati tali da divenire un patrimonio condiviso e personale che permea la vita di ognun*.

I rapporti di dominio e sfruttamento che ne conseguono divengono gli universali attraverso cui si esplicita il controllo sui corpi e sulle menti di donne, lgbtqi, altro-da-umani. Tutti questi soggetti, e tutte le altre “marginalità”, ricadono nel cono d’ombra in cui li relega il sistema di dominio prevalente che si avvale del potente meccanismo della discriminazione, dell’esclusione, dell’aggressione, dell’eliminazione.

Ognuno di questi ambiti non è una monade isolata, ma si intreccia inestricabilmente con le altre, che divengono così i vari banchi di prova per l’espressione dell’egemonia: ci si esercita sulle une per sfruttare gli/le altr* e si controllano quest* per dominare gli/le altr*. Le generazioni di dominanti ereditano i principi del mantenimento dei privilegi e rinsaldano le alleanze per detenerli inalterati, creando una cosmogonia centrata sull’unico essere superiore, a cui immagine persino la divinità è declinata: il maschio bianco occidentale borghese carnivoro.

Le resistenze sono da sempre stigmatizzate ed eliminate innalzando roghi, creando luoghi di concentramento, forzando i corpi ad essere meri strumenti in balia delle esigenze dell’unico essere predominante.

Per superare l’impasse in cui versano oramai i movimenti di base e le prassi politiche radicali e antagoniste si deve operare da un lato il riconoscimento delle intersezioni degli abusi e delle emarginazioni, raccogliendo l’eredità delle lotte che hanno determinato tutte le forme di ribellione, eversione e resistenza finora espresse, in ogni latitudine e in ogni tempo, e dall’altro è tempo oramai di unire i singoli sforzi e creare alleanze, solidarietà e mutualismo di pratiche, di teorie e di azioni politiche in grado di sovvertire il sistema dominante.

 

Le aree che proponiamo di affrontare ed indagare in questa giornata sono il sessismo come forma di dominio e controllo:

1. sulle donne attraverso il patriarcato e l’androcentrismo

2. su* lgbtqi attraverso il binarismo sessuale e l’eteronormatività

3. su* altro-da-uman* attraverso lo specismo e il carnivorismo

I lavori della giornata si struttureranno nel seguente modo:

- avvio dei lavori in plenaria

- proseguimento dei lavori in gruppi di discussione

- presentazione delle proposte in plenaria

- chiusura dei lavori.

Durante la giornata saranno disponibili un buffet vegan per pranzo e uno per cena ad un prezzo accessibile, e dopo la fine dei lavori è prevista una serata di intrattenimento solidale.

 *****

 Le proposte di elaborazione dei temi indicati (max 2000 caratteri) dovranno riportare: un titolo provvisorio; una descrizione del tema che si intende affrontare; l’indicazione delle fonti cui si fa riferimento; i recapiti del proponente (gruppo o singol*). Devono essere inviate in formato elettronico a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 20 aprile 2014, a cui sarà data una risposta da parte del gruppo organizzatore entro il 30 aprile 2014.

 Tutte le proposte potranno essere inserite negli “atti di LiberAzione Gener-ale 2”.


Scarica call for papers (pdf)

locandina liberazione generale 2

Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi

da: anguane.noblogs.org:

 

Durante l’incontro di Liberazione Animale 2013, si è svolto un workshop sui privilegi e il sessismo che  ha affrontato dei temi interconnessi con le lotte di liberazione delle donne e degli animali, per individuare i punti di contatto e le strategie di sovvertimento dell’ideologia del dominio.

Qui proponiamo il dibattito di questo seminario, pubblicato nel volume che raccoglie i vari interventi all’Incontro di Liberazione Animale, che potete scaricare al link del Libro a seguito del IX incontro per la Liberazione Animale.

 

Continua a leggere su anguane

 

privilege

Pubblicato in Documenti
ATTENZIONE: IL DIBATTITO E' STATO ANNULLATO:
http://oltrelaspecie.blogspot.com/2013/05/20-maggio-milano-universita-statale.html

da Oltre la Specie:

Car* amic*,
vi segnaliamo un appuntamento di particolare importanza, dopo la liberazione delle cavie dal laboratorio di Farmacologia del 20 aprile a Milano da parte di attivisti di Fermare Green Hill.

Dopo quello storico giorno, il dibattito aperto sui media locali e nazionali sull'azione di occupazione dello stabulario e sulla legittimità della sperimentazione animale arriva presso la stessa università.

20 MAGGIO, ORE 14.30 - UNIVERSITA' STATALE, MILANO

"E' GIUSTO SPERIMENTARE SUGLI ANIMALI"?
Dibattito aperto con gli attivisti di "Fermare Green Hill" e i ricercatori pro-sperimentazione

Intervengono:
-Lorenzo Lo Prete, Fermare Green Hill
-Massimo Tettamanti, Consigliere Scientifico I-Care
-Alberto Ferrari, Pro-Test Italia
-Alessandro Papale, Università S.Raffaele
Coordina: Sandro Zucchi, Università Statale

LUNEDI' 20 MAGGIO UNIVERSITA' STATALE VIA FESTA DEL PERDONO ORE 14.30 - AULA 422
Pubblicato in Attualità - Notizie

Liberazione Generale: tavola rotonda sulle correlazioni fra antispecismo, antisessismo, intersessualità e omotransfobia

e spettacolo teatrale (vedi promo spettacolo)

Sabato 9 febbraio

 h 10.00-19.30

Teatro Storico di Osteria Nuova

Via Roma 448 Bagno a Ripoli (Fi)

 

MARCO REGGIO Antispecismo: Stare dalla parte degli animali è contronatura? (vd. contributo scritto)

EGON BOTTEGHI Soggetti politici e diritti: lo status di chi non deve esistere

MICHELA BALOCCHI/ALESSANDRO COMENI Il binarismo di sesso/genere e l'invisibilizzazione dell'intersessualità

con proiezione del video:

- XXXY (Sub. IT - durata 13 minuti) Vincitore come Miglior documentario agli Student Academy Awards del 2001

MICHELA ANGELINI Bio - diversità: omosessualità e transessualità in natura

BARBARA X Viaggio al termine dell'oppressione: il coraggio della rivolta come se la vittoria fosse a un passo

ANNALISA ZABONATI EcoVegFemminismo: politica e prassi di liberazione

ERIKA B. Sessismo ed omotransfobia nel movimento antispecista

FEMINOSKA Intersezionalità - compagn* d'oppressione 

con proiezione dei video:

- The Gay Animal' di Nathan Runkle (sub. IT - durata 5 minuti);

- Intersections: Black female slave vivisection, non-human animal experimentation, and the foundation of Western gynecology' di Breeze Harper, del Sistah Vegan Project (sub. IT - durata 20 minuti);


ORE 21.30 SPETTACOLO TEATRALE "ONE NEW MAN SHOW" 


Buffet vegan a pranzo e a cena - prenotazione obbigatoria

conferenza: ingresso gratuito
pranzo: 5 euro
cena:10 euro
spettacolo: 10 euro
per l'intera giornata, spettacolo compreso: 20 euro

MENU'

PRANZO
linguine pesto di spinaci e noci
risotto alla zucca gialla
pasta con ragu di verdure

dolce

CENA
torte salate
gateau di patate
salse miste con crostini e coccoli
pinzimonio
polenta fritta ai porcini
pizze varie

dolce
 

Per prenotazioni scrivere a Egon: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Evento Facebook


Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi

Monza - 19 dicembre: "Carne felice: il delitto (quasi) perfetto?"

Monza, mercoledì 19 dicembre dalle ore 19.30 
c/o "La Pentola Vegana", via Lecco 18, Monza
 
cena e dibattito "la carne felice: il delitto (quasi) perfetto?" 
dibattito su allevamenti "sostenibili", biologici e "benessere animale" 
a cura di Oltre la Specie 
 
Disponibile per l'occasione piatto unico completo a 6 euro
GRADITA PRENOTAZIONE! 
 
Info e prenotazioni: 039-490403 348-2603861
Dettagli nella locandina
 
 
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Assemblea dibattito

venerdì 7 dicembre presso il Circolo Libertario S'Arxa, in via S. Giacomo 38, dalle 18.00 in poi.

Il Collettivo antispecista OcheBarrose nasce a Cagliari a fine ottobre del 2012.

Siamo attiviste di tutte le età e con diverse esperienze alle spalle, accomunate dall'antispecismo, l'antifascismo, l'antirazzismo e l'antisessismo.

Primo atto del collettivo è stato un comunicato che è stato fatto girare in rete, sopratutto a livello locale, in cui si denunciava il tentativo di infiltrazione nel movimento di liberazione animale e umana di razzisti e fascisti di ogni risma.
Questa vergogna esiste da tempo a livello nazionale ma nella nostra città è di pochi mesi fa: da quando un gruppo di individui noti per dichiarazioni di stampo xenofobo, comincia a partecipare e addirittura organizzare eventi “animalisti”. A costoro si uniscono presto, in manifestazioni di piazza, anche noti fascisti locali che pensano evidentemente di usare questo movimento come un ariete e prendersi uno spazio e un'agibilità che non hanno mai avuto e che non hanno e non devono avere in nessun campo.
Tutto questo nel silenzio durato mesi di altre realtà che si definiscono antispeciste.
Non potevamo più star zitte e stare a guardare!

Il collettivo OcheBarrose intende rivalutare la pratica antispecista nel suo senso pieno che non può essere altro che contro lo sfruttamento e l'oppressione di tutti gli esseri senzienti , e quindi, conseguentemente, contro ogni forma di razzismo e di discriminazione basati sulla specie, l'etnia, il genere o l'orientamento sessuale, e contro il fascismo e l'autoritarismo che tutte queste pratiche aberranti raccolgono in sé.

Sono noti a tutt* gli/le attivist* i fatti di Correzzana, quando, durante la manifestazione contro Harlan, un gruppo di compagn* ha cercato di allontanare un gruppo di fascisti, per essere poi bollat* come persone che “vogliono distruggere il movimento” quando quello che cercavano di fare era esattamente il contrario: proteggerlo.
Noi siamo assolutamente in sintonia con quest* compagn*che hanno la nostra piena solidarietà.
Se fossimo state là avremmo fatto la stessa identica cosa.

Come “OcheBarrose” abbiamo diverse proposte da fare, la prima è quella di un coordinamento nazionale di antispecist* antifascist* per darci solidarietà reciproca, scambiarci informazioni e condividere eventi che rientrino in questa concezione dell'antispecismo che, per noi, è l'unica che ne esprima il vero e profondo senso.
Abbiamo in cantiere anche altre proposte a livello locale che vorremmo discutere con chi ha questo nostra stessa esigenza.
Per questo il Collettivo OcheBarrose si rivolge alle/gli attivist* che si sentano in sintonia con questo pensiero e propongono di incontrarsi per discutere di antispecismo e antifascismo in un'

ASSEMBLEA DIBATTITO

venerdì 7 dicembre presso il Circolo Libertario S'Arxa, in via S. Giacomo 38, dalle 18.00 in poi.

Seguirà un sostanzioso aperitivo vegano benefit a offerta libera.

Razzisti e fascisti dichiarati o meno, ma che lo siano per esternazioni e pratiche, non sono, ovviamente graditi.

Evento Facebook: http://www.facebook.com/events/480724991969782/

Collettivo OcheBarrose
per info e contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Lunedì, 12 Novembre 2012 08:46

21/11 Monza: io mi sento la coda... e quindi?

Monza, mercoledì 21 novembre dalle ore 19.30
c/o "La Pentola Vegana", via Lecco 18, Monza

cena e dibattito

"Io mi sento la coda... e quindi?"
a cura di Oltre la Specie

Disponibile per l'occasione piatto unico completo a 6 euro

GRADITA PRENOTAZIONE!

Info e prenotazioni: 039-490403
348-2603861

Dettagli nella locandina

Facebook: http://www.facebook.com/events/170790373059584/
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Riceviamo e segnaliamo:

Sperimentazione animale: un confronto fra diverse visioni (Chieti, 22/10)

22 ottobre 2012, ore 9.30

Aula "A", Facoltà di Medicina, Nuovo Polo Didattico, Via dei Vestini 31 - Chieti Scalo

Dettagli nella locandina

Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Venerdì, 28 Settembre 2012 07:22

17/10 a Monza: Liberi pensieri su Green Hill

Monza, mercoledì 17 ottobre dalle ore 19.30

c/o "La Pentola Vegana", via Lecco 18, Monza 

Cena e dibattito "Liberi pensieri su Green Hill"

a cura di Oltre la Specie

Disponibile per l'occasione piatto unico completo a 6 euro
GRADITA PRENOTAZIONE!

Info e prenotazioni: 039-490403 348-2603861
Dettagli nella locandina


Pagina evento sul blog di Oltre la Specie

Evento Facebook

www.oltrelaspecie.org



  
Pubblicato in Appuntamenti ed Eventi
Di seguito i video dei dibattiti e delle conferenze organizzate durante il Veganchio 2012, svoltosi dal 6 all'8 luglio a Vimercate.
Sono inoltre disponibili i file audio degli incontri.

 
"Architetture del dominio e luoghi della liberazione" conferenza di Massimo Filippi
"Passato e presente del movimento animalista"
workshop con Aldo Sottofattori
Prima parte della conferenza "La rappresentazione degli animali nell'arte, nel cinema, nella pubblicità e nella comunicazione animalista".
Intervento di Filippo Trasatti
Seconda parte di "La rappresentazione degli animali nell'arte, nel cinema, nella pubblicità e nella comunicazione animalista".
Intervento di Emilio Maggio sul cinema
"I reclusi della Gorgona: detenuti umani e animali" conferenza di Marco Verdone
"Sconfinamenti: specie, genere, identità"
workshop con Annalisa Zabonati e Barbara X

REGISTRAZIONI AUDIO VEGANCH'IO 2012

"Architetture del dominio e luoghi della liberazione" Conferenza di Massimo Filippi>>
"Passato e presente del movimento animalista"
Workshop con Aldo Sottofattori>>
"I reclusi della Gorgona: detenuti umani e animali" Conferenza di Marco Verdone>>
"Sconfinamenti: specie, genere, identità"
Workshop con Annalisa Zabonati e Barbara X>>
"La rappresentazione degli animali nell'arte, nel cinema, nella pubblicità e nella comunicazione animalista".
Conferenza con Filippo Trasatti e Emilio Maggio>>
Pubblicato in Documenti
Pagina 1 di 2
© 2016 Antispecismo.Net. All Rights Reserved. Designed By WarpTheme

Please publish modules in offcanvas position.