Martedì, 21 Ottobre 2014 09:17

Che la solidarietà circoli

CHE LA SOLIDARIETA' CIRCOLI

Riceviamo il seguente appello, relativo a due attiviste antispeciste denunciate per diffamazione per aver difeso, con un volantino, due cavalli sfruttati a Cagliari.

La nostra solidarietà va ora chi deve subire un processo per aver espresso solidarietà verso due individui sfruttati.



Il 16 dicembre a Cagliari "Carrozza service Snc" porta in tribunale per diffamazione due attiviste antispeciste, con decreto di giudizio immediato e condanna altamente probabile.
Incriminato un volantino in cui si stigmatizzava l'uso quotidiaqno di due cavalli per tirare una carrozza con su 20 turisti in genere sovrappeso, più il cocchiere, in piena estate, con l'asfalto rovente, in mezzo al traffico caotico cittadino e una stazione di posta rigorosamente sotto il sole estivo dalle 9 del mattino fino anche alle 15.00 del pomeriggio e passa.

Inutile che ci dicano di avere autorizzazioni ed essere in regola, ma in regola con cosa?
Siamo contro lo sfruttamento di chiunque: animali umani e non umani, ed essere costretti a tirare una carrozza macinando decine di chilometri con il morso e la bava alla bocca, non sappiamo come altro si possa definire.
Noi abbiamo raccontato quello che vedevamo, se saremo condannate per questo, certo non smetteremo di denunciare pubblicamente ogni situazione in cui animali o umani vengono sacrificati sull'altare del profitto di pochi, "in regola" o meno che siano.
Una condanna non ci stupirebbe, perché è noto che di solito paga chi denuncia le situazioni di sfruttamento e non chi sfrutta.

Chiediamo agli antispecisti locali e non solo di aiutarci a chiarire la verità e a far conoscere il più possibile questa ennesima storiaccia!!!

Vorremmo che questo processo si ritorcesse contro gli sfruttatori!


Dani e Livia, attiviste e imputate antispeciste

(contatto su facebook: blimunda seteluas)

Che la solidarietà circoli
Pubblicato in Attualità - Notizie
Martedì, 25 Febbraio 2014 10:02

Solidarietà e vivisezione - di Eva Melodia


Pubblichiamo questo breve scritto di Eva Melodia riguardante gli attacchi personali rivolti da persone legate a I-care Italia e a Freccia 45 al Prof. Massimo Filippi, noto antivivisezionista.

Rimandiamo, per i dettagli e un primo commento alla vicenda, all'articolo di Serena Contardi su Asinus Novus: "Se non la pensi come noi sei uguale a un vivisettore", Intervista agli studenti della Cattolica sul dibattito del 27 marzo attorno alla sperimentazione animale

 

Anche La redazione di Antispecismo.net desidera esprimere piena solidarietà al prof. Filippi per le pesanti diffamazioni subite sulla pagina I-Care Italia.

 

Solidarietà e vivisezione

di Eva Melodia

 

Sono costretta ad interrompere le mie attività materne, quelle che in questo periodo mi portano a trascurare il mio impegno in ambito antispecista, perché l'eco delle assurde diffamazioni mosse verso il Prof. Massimo Filippi è giunta addirittura fino alla mia chiusa realtà.

Non è la prima volta purtroppo che lo vedo vittima di attacchi piuttosto miserabili ma devo ammettere che in occasione della prima diatriba in cui venni coinvolta, non avevo i mezzi per capire e reagire determinatamente rispetto ad evidenti e gravi diffamazioni.

Certo chiunque ha il diritto di parlare ed anche di mentire pubblicamente, ma io ho il diritto di denunciare la cialtronaggine con cui una sempre vasta schiera di animalisti - e di associazioni o gruppi - va per il mondo portando non solo l'assenza di un ragionamento sensato, ma anche falsità indecenti.

E' con questo basso livello di animalismo che Filippi si deve scontrare: con chi non sa comprendere minimamente di cosa parla quando rivendica la necessità di argomenti strettamente etici quando si vuole trattare di antivivisezionismo in politica... con questo stesso putpourri di attivisti che riesce a definirsi a tratti pure antispecista, andando ad arricchire la già copiosa schiera di ambiguità che circondano il termine.

La domanda è semplice: a quale antispecismo poterbbe mai interessare se lo sfruttamento e morte di un individuo sia (o non sia) utile a qualcun altro? Quale antispecismo ci costruirebbe sopra un argomento politico? Ovviamente nessuno ed infatti se ne interessano solo questi animalisti, talmente presi dalla vacua missione che ritengono di incarnare, da non comprendere neppure l'italiano piuttosto semplice con cui si parla loro.

A Filippi va tutta la mia solidarietà ed incoraggiamento a non farsi intimorire o scoraggiare. 

Credo che spesso si tratti di tenere duro continuando a lavorare per fare chiarezza, cosa che in fin dei conti è lo scopo ultimo di un vero movimento di liberazione: fare chiarezza su ciò che è giusto rispetto a ciò che non lo è, renderlo evidente alla massa, diradando le nebbie dalla cultura dell'offuscamento etico.

Pubblicato in Attualità - Notizie
Fonte: www.oltrelaspecie.blogspot.it

COMUNICATO DI SOSTEGNO ALL'ATTIVISTA ROMAGNOLO IN SCIOPERO DELLA FAME
(Aggiornamento dall'attivista di Oltre la Specie: http://oltrelaspecie.blogspot.com/2013/01/lettera-dellattivista-di-oltrelaspecie.html)

Oltrelaspecie esprime piena solidarietà e sostegno a Davide Battistini (del quale riportiamo in conclusione il più recente appello), attivista in sciopero della fame dal 1° gennaio dell'anno in corso.

L'obiettivo dell'iniziativa è ottenere che la Regione Emilia Romagna stabilisca il divieto su tutto il territorio di sua competenza riguardo l'uso della catena, ancora molto diffuso, a danno dei cani. Evidenziando le contraddizioni che emergono dalle disposizioni previste in merito dai Comuni, dalle Regioni e dalle leggi nazionali, Davide ha individuato nell’ente regionale il punto sensibile, per mezzo di una pressione individuale, per ottenere un importante cambiamento.

Da parte sua Oltrelaspecie desidera contribuire a diffondere questa notizia, affinché il cammino intrapreso dal singolo animalista non si spenga nell'indifferenza che viene dal disinteresse sociale e dal conseguente isolamento per una richiesta che, una volta accolta, allevierebbe la sofferenza di centinaia, migliaia di animali.

Ols, in quanto associazione impegnata nella più ampia lotta di liberazione dei non umani (a prescindere dalla loro specie d'appartenenza) sottolinea come la schiavitù animale gravi su miliardi di animali non solo cosiddetti 'd'affezione', ma anche sui soggetti considerati 'da reddito' a fini alimentari, 'da vivisezione' a fini scientifici, 'da pelle e pelliccia' a fini di abbigliamento, 'da caccia' per fini sportivi o 'da detenere ed addestrare' a fini d'intrattenimento per gli umani.

La logica di sfruttamento che sta alla base di tutti gli atti discriminatori poggia sulla convinzione che la nostra specie abbia il diritto di disporre della vita altrui poiché 'diversa', poiché presupposta 'minore'. Tale logica corrisponde anche alle numerose dinamiche di prevaricazione intraumane, ancora una volta perpetrate a danno delle categorie più deboli, così trasformate in 'inferiori'.

Entrando nello specifico della questione randagismo, la società antropocentrica dimostra di aver partorito una legge di apparente e flebile tutela nei confronti di cani e gatti (la tanto osannata 281), con l'apparente intento di proteggere almeno le due specie che hanno condiviso con noi un lunghissimo processo di stretta coevoluzione. Risulta chiaro che vige una evidente mancanza istituzionale generalizzata di volontà nel porre fine alle immani tragedie che ancora colpiscono anche queste due specie animali. Infatti, oltre a costringere alla detenzione migliaia di essi nelle prigioni a cielo aperto chiamate 'canili' e 'gattili', oltre a far ricadere buona parte del carico di lavoro sulle spalle dei volontari che si prendono disperatamente cura di loro, permangono veri e propri vuoti legislativi che comprendono la possibilità di rinchiuderli in recinti, serragli e di obbligarli ad un luogo per mezzo di catene strette al loro corpo.

Alla stregua di schiavi dell'umano che li 'possiede', quali fossero strumenti di difesa e/o occasionale mera compagnia, cani e gatti soffrono tremendamente l'essere così vicini ad una specie che, concependosi come loro padrona, li costringe alla deprivazione sociale e sensoriale.

Immaginate che la percezione del mondo che vi circonda sia circoscritta a pochi centimetri o metri scanditi da una sequenza di anelli di una catena; immaginate che le escoriazioni del vostro collo affondino le ragioni della vostra insofferenza fino ad inondare di dolore e solitudine il vostro cuore affranto e senza speranza; immaginatevi di dover vivere la relazione dello schiavo con il padrone, non riuscendo a discernere il significato di una carezza che viene dall'altro capo di una catena oltre che fisica, mentale....Questo scenario per noi inimmaginabile (in quanto appartenenti alla schiera dei dominatori) possiamo però intuire che alberghi nell'anticamera della pazzia.

All'interesse dei non umani, anche quando esso è fondamento esistenziale, non viene quasi mai accordato peso se non dopo anche il più insignificante interesse umano, poichè fra animali e umani sussiste ancora il diritto di proprietà e gli umani sono culturalmente abituati a percepire gli altri animali come meri oggetti di proprietà. Noi CHIEDIAMO che agli animali, come in passato agli schiavi umani, venga riconosciuto lo status morale di PERSONE, per l'ottenimento della protezione giuridica degli interessi fondamentali. Il fatto che ciò non sia ancora avvenuto è ingiustificabile, se si pensa che il nostro sistema giuridico considera persone giuridiche persino alcune entità non sensibili.
La prima rivoluzionaria conseguenza sarebbe la fine della mercificazione e quindi il DIVIETO DI ALLEVAMENTO E VENDITA degli individui riconosciuti come soggetti e non più oggetti di proprietà, dei quali altri possono disporre a piacere. Questa impostazione innovativa dello status morale e giuridico degli animali , rimuoverebbe gli ostacoli alla fruizione dei diritti ancora negati, restituendo alle vittime dell'oppressione la giustizia dovuta. Per evitare di veder scatenate nei telegiornali le guerre ai cosiddetti cani 'pericolosi', per non sentir più guaire 'da lontano' esseri senzienti vissuti come antifurti in carne e ossa, ci uniamo al grido di libertà lanciato da Davide Battistini, rilanciando la protesta a livello nazionale.

Un nostro attivista -nonchè volontario dell'associazione A.p.a.r. nel canile e gattile di Gallarate- oggi si affianca allo sciopero della fame in corso già da due settimane da parte dell'attivista romagnolo, nella speranza che da tutta Italia si levi più forte l'eco della voce degli animali 'legati FINO ALLA MORTE'. Mentre il movimento animalista nel suo complesso fatica a far confluire le disparate energie in progetti di progressiva e radicale modifica dello status quo, riteniamo importante che singoli individui si facciano carico di battaglie atte a scuotere le coscienze.


Contribuisci anche tu a far circolare i motivi di questa lotta contro lo sfruttamento degli animali. Sii anche tu il principio del cambiamento che vorresti veder realizzato. Fai girare l’appello per la raccolta delle firme http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=P2013N34201

Oltrelaspecie

www.oltrelaspecie.org
www.oltrelaspecie.blogspot.com

Vai all'appello di Davide Battistini al Presidente della Regione Emilia-Romagna

canicatenaromagna
Pubblicato in Attualità - Notizie

da: Progetto Vivere Vegan

(segue l'elenco dei contributi ai circhi erogati in Italia nel 2012, fonte: Ministero per i Beni e le Attività Culturali)

--------------------------------------

La morte della giraffa di Imola ha fatto notizia, ha straziato i cuori, ha smosso gli animi assopiti. Ma la sua sofferenza vissuta giorno dopo giorno per la reclusione aveva interessato quasi nessuno. 

Deve sempre accadere qualcosa di clamoroso per riuscire a parlare delle crudelta' che giorno dopo giorno di altri animali devono subire, nei circhi, ma anche negli allevamenti, negli stabulari...

La sua fuga, la sua corsa, la sua paura, si sono concluse con un atto di tragica "liberazione", l'unico che la nostra societa' poteva offrirle: la morte.

Attiviamoci ogni giorno per tutti gli animali schiavi, rinchiusi e sfruttati, per essere la loro voce.

Dora Grieco

www.romagnanoi.it/news/News/736529/Morta-la-giraffa-scappata-dal-circo.html

---------------------------

Progetto Vivere Vegan Onlus

www.viverevegan.org

Anno 2012 – Attività circense in Italia – art. 9 D.M. 20 novembre 2007:

Esercente

Regione

Pr.

Comune

Contributo

1

ADAMI ATHOS

Campania

SA

Salerno

10.000,00

2

BELLUCCI EMIDIO

Puglia

LE

Maglie

63.000,00

3

BELLUCCI LOREDANA

Puglia

LE

Maglie

30.000,00

4

C.D.O. S.R.L.

Veneto

VR

Castagnaro

85.000,00

5

CANESTRELLI ARMANDO

Campania

NA

S. Giorgio a Cremano

37.000,00

6

CIRCO NEL MONDO S.A.S

Lombardia

BS

Brescia

245.000,00

7

CIRCO TRIBERTI S.N.C.

Friuli Venezia G.

PN

Brugnera

10.000,00

8

CIRILLO VINCENZO

Campania

NA

Boscoreale

5.000,00

9

CODANTI PAOLO

Emilia Romagna

FE

Vigarano Pieve

21.000,00

10

CODA PRIM PIETRO

Toscana

PT

Pistoia

27.000,00

11

CRISTIANI DARVIN MATTEO

Emilia Romagna

RN

Miramare di Rimini

15.000,00

12

DELL’ACQUA LORIS MICHELE

Lazio

RM

Roma

70.000,00

13

DELL’ACQUA MARCELLO SILVIO

Lazio

LT

Aprilia

12.000,00

14

DENJI RONNY

Campania

BN

Limatola

15.000,00

15

EMBELL RIVA S.R.L.

Veneto

VR

Legnago

40.000,00

16

EROS DI A. CASARTELLI S.A.S.

Lazio

RM

Roma

200.000,00

17

FERRANDINO NICOLA

Marche

AP

Montefiore dell’Aso

15.000,00

18

FOLLONI ROLANDO

Emilia Romagna

MO

Concordia sulla

Secchia

5.000,00

19

GERARDI ROBERTO

Lazio

FR

Anagni

15.000,00

20

GIANNUZZI DANILO

Puglia

BA

Monopoli

5.000,00

21

GRANDE CIRCO ITALIANO S.A.S. di E. WEBER

Puglia

LE

Maglie

30.000,00

22

LA VEGLIA PASQUALE

Campania

NA

Brusciano

32.000,00

23

LIDIA TOGNI NEL MONDO SOCIETA’ COOPERATIVA

Campania

SA

Pagani

130.000,00

24

MARTINI ALDO

Lazio

RM

Roma

22.000,00

25

MARTINI DARIS LEONE AMEDEO

Campania

SA

Salerno

80.000,00

26

MARTINI ROMOLO

Campania

SA

Salerno

38.000,00

27

MARTINO EUSANIO

Campania

BN

Pesco Sannita

18.000,00

28

MEDINI PIERINO

Lombardia

MI

Lainate

5.000,00

29

NIEMEN GUIDO

Toscana

LI

Livorno

42.000,00

30

NUOVO CIRCUS WEGLIAMS S.R.L.

Campania

NA

Ercolano

10.000,00

31

ORFEI LINO

Emilia Romagna

FE

Argenta

33.000,00

32

PICARD ELVIRA

Campania

SA

Salerno

20.000,00

33

RIVA RENATO

Emilia Romagna

RN

Rimini

10.000,00

34

ROSSI DAVIDE

Campania

NA

Portici

5.000,00

35

SENSAZIONI S.r.l.

Veneto

VR

Legnago

350.000,00

36

VASSALLO ALBERTO

Lazio

LT

Formia

25.000,00

37

VASSALLO EUGENIO

Campania

SA

Salerno

35.000,00

 

Anno 2012 - Acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e beni strumentali - Esercenti circensi

Art. 14 D.M. 20 novembre 2007:

 

nr.

Esercente

Regione

Pr.

Comune

Contributo

1

CIRCO NEL MONDO S.A.S. DI ENNIO TOGNI

Lombardia

BR

Brescia

55.676,00

2

EROS SAS DI ALBERTINO CASARTELLI & C.

Lazio

RM

Roma

56.000,00

3

DENJI RONNY

Campania

BN

Limatola

27.154,00

4

LIDIA TOGNI NEL MONDO SOCIETA' COOPERATIVA

Campania

SA

Pagani

50.960,00

5

MARTINI DARIS LEONE AMEDEO

Campania

SA

Salerno

35.000,00

6

VASSALLO EUGENIO

Campania

SA

Salerno

16.339,00

 

Anno 2012 - iniziative promozionali, assistenziali, educative, dei settori circense e di spettacolo viaggiante

Art. 15 D.M. 20 novembre 2007:

 

Nr.

Richiedente

Regione

Comune/Pr.

Contributo euro

Iniziative assistenziali

Circensi

1

A.A.S.V.C.E. - Associazione Assistenza Spettacolo Viaggiante e Circhi Equestri

Casa di riposo di Scandicci

TOSCANA

Scandicci

(FI)

230.000,00

Iniziative Educative

Circensi

2

ACCADEMIA D'ARTE CIRCENSE

Corsi di formazione per artisti di circo

VENETO

Verona

(VR)

475.000,00

3

ASSOCIAZIONE CULTURALE FEDERAZIONE NAZIONALE DELL'ARTE DI STRADA

Iniziativa educativa Formazione alle arti di strada e di pista.

LAZIO

Roma

(RM)

15.000,00

4

ASSOCIAZIONE CULTURALE SPORTIVA DILETTANTISTICA GIOCOLIERI E DINTORNI

Formazione per insegnanti di Arti circensi per bambini e ragazzi

LAZIO

Civitavecchia

(RM)

15.000,00

5

ASSOCIAZIONE NAZIONALE SVILUPPO ARTI CIRCENSI - ANSAC

Cedac - Centro Educativo di Documentazione delle Arti Circensi

VENETO

Verona

(VR)

150.000,00

6

FOORCOOP CONSORZIO SOCIALE SOC. COOP. SOCIALE

"Scuola di Cirko" Vertigo

PIEMONTE

Torino

(TO)

55.000,00

7

PICCOLO CIRCO DEI SOGNI ASSOCIAZIONE SPORTIVA

Corsi di discipline circensi

LOMBARDIA

Peschiera Borromeo – (MI)

10.000,00

8

SOCIETA’ GINNASTICA DI TORINO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

Progetto FLIC – Formazione professionale per l’artista di circo contemporaneo

PIEMONTE

Torino

(TO)

15.000,00

 

9

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - DIP. DI STORIA DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (Milano) - Giornate di studio sul Circo

LOMBARDIA

Milano

(MI)

10.000,00

Promozionali

Circensi

10

ASSOCIAZIONE CULTURALE IDEAGORA'

Festival Internazionale di Circo e Teatro Urbano Mirabilia

PIEMONTE

Fossano

(CN)

5.000,00

11

ASSOCIAZIONE CULTURALE MONTICO GIULIO (LATINA)

XIII Festival Internazionale del Circo "Città di Latina"

LAZIO

Latina

(LT)

125.000,00

12

ASSOCIAZIONE MEDUSA

XVII Premio Internazionale clown d’oro

SICILIA

Siracusa

(SR)

5.000,00

13

GIDUBA RECORDING EDIZIONI MUSICALI S.R.L.

XXVII Festival Internazionale del Circo “Golden Circus”

LAZIO

Roma

(RM)

80.000,00

Editoriali

Circensi

14

ASSOCIAZIONE CULTURALE FEDERAZIONE NAZIONALE DELL'ARTE DI STRADA

Kermesse - annuario dello spettacolo di strada e di pista

LAZIO

Roma

(RM)

10.000,00

15

ASSOCIAZIONE CIRCUSFANS ITALIA Circusfan Magazine: il nuovo cammino del circo

PIEMONTE

Torino (TO)

12.000,00

16

ASSOCIAZIONE CULTURALE SPORTIVA DILETTANTISTICA GIOCOLIERI E DINTORNI

Rivista "Juggling Magazine"

LAZIO

Civitavecchia

(RM)

10.000,00

17

ENTE NAZIONALE CIRCHI

Rivista "Circo"

LAZIO

Roma

(RM)

60.000,00

Promozionali

spett. viagg.

18

ASSOCIAZIONE "ENTE CLOWN E CLOWN"

Clown e Clown festival

MARCHE

Macerata (MC)

5.000,00

 

19

COMUNE DI GRUGLIASCO

X Ed. internazionale di circo contemporaneo "Sul filo del circo"

PIEMONTE

Grugliasco

(TO)

30.000,00

Editoriali

spett. viagg.

20

A.N.E.S.V. - Associazione Nazionale Esercenti Spettacolo Viaggiante

Rivista "Lo spettacolo viaggiante"

LAZIO

Roma

(RM)

30.000,00

 

Pubblicato in Attualità - Notizie
Martedì, 24 Aprile 2012 15:54

Solidarietà alle Pussy Riot!

Segnaliamo il seguente resoconto di un'iniziativa di solidarietà nei confronti del gruppo di attiviste femministe Pussy Riot, arrestate dal governo russo.

Vai all'articolo

Video dell'iniziativa di Roma

Antispecismo.net esprime solidarietà alle attiviste colpite dalla repressione

Segnaliamo inoltre il sito di sostegno alle Pussy Riot
Pubblicato in Attualità - Notizie
© 2016 Antispecismo.Net. All Rights Reserved. Designed By WarpTheme

Please publish modules in offcanvas position.