Lunedì, 08 Ottobre 2012 07:32

C'era una volta Gary . . . resoconto di una serata SENZA Gary Yourofsky

Vota questo articolo
(0 Voti)
Ripubblichiamo il seguente post, tratto da bricioledicescaqb.blogspot.it/
Segnaliamo inoltre un altro testo su Gary Yourofsky che abbiamo ripubblicato.


C'era una volta Gary . . . resoconto di una serata SENZA Gary Yourofsky


Questo sarà un post difficile.
Chapeau al collettivo "essereAnimali" che, in quel di Faenza, ha organizzato oggi "(r)esistenze animali", una giornata di informazione antispecista dislocata in tre tempi su tre differenti location.
Il momento più atteso della giornata era senza dubbio l'incontro con il (FORSE) troppo famoso Mr. Gary Yourofsky.

Nella sede del Museo Internazionale della Ceramica, un vasto pubblico ha atteso impaziente l'arrivo di questo personaggio divenuto famoso in Italia solo nell'ultimo anno grazie alla diffusione in rete del suo speech (se vi interessa potete trovarlo QUI).

Per dovere di cronaca si deve dire che la notorietà di Gary, basata sul discorso citato prima, ha conosciuto anche momenti meno favorevoli grazie a QUESTO articolo che ci ha portati a conoscenza di certe sue dichiarazioni spiazzanti. 

Alla scoperta delle dichiarazioni sopra citate, smisi di provare tutta quella stima nei suoi confronti ... questo però non toglie che il suo famoso discorso possa essere considerato, in ogni caso, una forte arma nella battaglia per la difesa dei diritti animali, motivo per cui è giusto continuare a proporlo a famigliari e amici.

Dopo questa breve introduzione, parliamo ora di come (NON) si è svolto l'incontro di Gary con il pubblico questa sera.

Accolto da un mare di applausi ha iniziato il suo intervento con l'ausilio di una perfetta traduttrice e dopo neanche una decina di minuti dall'inizio, guardando nel vuoto, si è interrotto dicendo a bassa voce "I can't do this . . .  it's too bizzarre" e in pochi istanti ha abbandonato la scena.
Poco dopo veniamo informati che la presenza di una traduttrice e gli intervalli necessari per le traduzioni (per altro rapide e precise) lo portano a perdere il filo del discorso.
Alcuni minuti dopo, l'organizzazione comunica al pubblico che il discorso tanto atteso non ci sarà . . . Nonostante gli sia stato anche proposto di continuare liberamente nella sua lingua madre senza nessuna interruzione Gary non ha nessuna intenzione di risalire sul palco.
A nulla è valso pure l'intervento della moglie che si è dimostrata estremamente dispiaciuta.

In sintesi,  Mr.Yourofsky non lo ha più visto e sentito nessuno.

Le notizie che continuavano ad arrivare da dietro le quinte hanno portato alla luce anche una seconda e "terribile" problematica  . . .  "C'ERANO TROPPI VEGANI".

Cosa pensare dunque ?  Voleva forse una platea di onnivori da redimere e impressionare con enfasi vocale e gestualità che non era consentita dalle pause per la traduzione ?

Non saprei, ma di certo il Sig. Gary oltre ad aver dimostrato di essere capriccioso come una ragazzina che non trova l'ultimo CD dei Backstreet Boys (ma esistono ancora ?) ha mancato notevolmente di rispetto a tutti gli animali umani presenti in sala (organizzatori compresi) andandosene senza nemmeno degnarsi di una parola di scuse.
>>>Forse non le ha ritenute necessarie<<<
Beh, per me lo erano . . . dato che come me, moltissime altre persone avevano fatto ore di strada per poterlo ascoltare dal vivo.

Grandissima delusione doverlo archiviare come l'ennesimo fenomeno vittima del proprio ego.

La giornata è stata comunque occasione per incontrare amici lontani, passare con loro ore piacevoli e chiudere in bellezza con uno squisito e ricco buffet.

Grazie ancora a "essereAnimali"
Letto 4461 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Ottobre 2012 09:35

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

© 2016 Antispecismo.Net. All Rights Reserved. Designed By WarpTheme

Please publish modules in offcanvas position.